Contributi per sedi di Pro Loco, Fondazioni e Associazioni e per immobili e impianti destinati alla realizzazione di sagre, feste locali e fiere tradizionali

Contributi per sedi di Pro Loco, Fondazioni e Associazioni e per immobili e impianti destinati alla realizzazione di sagre, feste locali e fiere tradizionali

FAQ - Contributi per sedi di pro loco, fondazioni e associazioni e per immobili e impianti destinati alla realizzazione di sagre, feste locali e fiere tradizionali

L'imposta di bollo va pagata unicamente tramite il modello F23. Il pagamento può essere effettuato presso qualsiasi concessionario della riscossione, banca o ufficio postale.
Alcune indicazioni per la compilazione del modello F23:

  1. 1) CAMPO 4: indicare i dati del soggetto beneficiario
  2. 2) CAMPO 6: indicare il codice della Direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate attinente alla sede del candidato beneficiario (TI2 per Trieste, Tl4 per Gorizia, Tl6 per Pordenone, Tl8 per Udine)
  3. 3) CAMPO 10: nel campo Anno scrivere "2019". Nel campo Numero scrivere "L.R. 7/2019 ART. 3"
  4. 4) CAMPO 11: indicare come codice tributo "456 T"
  5. 5) CAMPO 12: indicare come descrizione "Imposta di bollo per contributi immobili sagre"
  6. 6) CAMPO 13: importo 16,00 euro

Una scansione del pagamento dell'imposta di bollo deve essere allegata alla domanda di contributo.

Si considerano tra i soggetti a cui è riconosciuto il diritto di eseguire opere edilizie ai sensi del comma 1 dell'articolo 21 della legge regionale 11 novembre 2009, n. 19 (Codice regionale dell’edilizia), oltre il proprietario:
a) il titolare di diritti di superficie, usufrutto, uso e abitazione e di altri diritti reali;
b) l'affittuario di fondo rustico;
c) il concessionario di beni demaniali;
d) il titolare di diritti edificatori riconosciuti in un contratto o in altro atto giuridico riconosciuto dalla legge;
e) il destinatario di ordini dell'autorità giudiziaria o amministrativa aventi a oggetto l'intervento.

Il titolo deve essere presente sin dalla sottoscrizione della domanda.

 

No, perché non rientrano tra gli interventi di manutenzione straordinaria come definiti dal D.P.R. 380/2001 né possono configurarsi lavori di adeguamento di immobili e impianti alle normative vigenti.

No, le parrocchie non sono tra i soggetti individuati dalla legge che possono presentare domanda per questi contributi.

Possono presentare domanda tutte le associazioni senza fine di lucro aventi sede nei Comuni della Regione con popolazione fino a 30.000 abitanti.

No, la delega è prevista solo come eventualità, in casi particolari, e non come obbligo. Nel caso descritto la procedura più semplice è registrare un LoginFVG base (operazione che può essere effettuata materialmente a nome di chiunque), compilare con i dati dell’intestatario della domanda, stamparla e firmarla con firma autografa del Presidente e ricaricarla a sistema.

ultimo aggiornamento: Thursday 14 November 2019