Le Linee guida regionali per la gestione del materiale spiaggiato sono state redatte, come previsto dalla delibera di giunta regionale 15 gennaio 2016, n. 40, al fine di garantire che la gestione del materiale stesso non incida sulla conservazione degli habitat naturali e della biodiversità e consenta la fruizione delle aree demaniali ad uso turistico e ricreativo, evitando contestualmente l’erosione delle coste e riducendo, per quanto possibile, la produzione di rifiuti.

Le linee guida si prefiggono l’obiettivo di fornire ai Comuni e ai gestori delle aree demaniali ad uso turistico e ricreativo delle indicazioni operative per agevolare la gestione del materiale spiaggiato, considerata l’oggettiva difficoltà riscontrata dai dagli stessi soggetti.